Una nuova disciplina: il Master in Medicina Narrativa Applicata

Fra qualche giorno partirà a Milano (il prossimo 25 ottobre) il primo Master in Medicina Narrativa Applicata, concepito da Fondazione ISTUD assieme al King’s College e al Tavistock Center di Londra, di cui vi avevamo già parlato tempo fa.

master_medicina_narrativa_ita-1

Il master è rivolto a tutti coloro che operano in sanità, nelle imprese delle scienze della vita, associazioni di pazienti e cittadini per dare strumenti concreti e un network nazionale e internazionale su questo nuovo paradigma per curare e per prendersi cura di se stessi e del proprio gruppo di riferimento. Per le prime 4 persone che si iscriveranno attraverso l’associazione H.story è prevista la tariffa promozionale agevolata di 1.800 euro IVA esclusa. Se interessati non esitate a contattarci all’indirizzo progetto.h.story@gmail.com.

Il programma prevede:
* 3 weekend di formazione in presenza a Milano e a distanza a partire da venerdì 25 ottobre dalle ore 17.00
* Docenti internazionali provenienti da King’s College e da Tavistock Clinic
* Consulenza esperta durante la sperimentazione pratica di raccolta delle storie Medicina Narrativa Applicata

Scarica il pdf del programma in italiano
Scarica il programma del primo modulo

Viviamo una crisi strutturale che sta mettendo a rischio i sistemi di welfare non solo in Italia, ma in tutto il globo. Le nostre organizzazioni sanitarie sono ricche di eccellenti professionisti sanitari co-stretti in un sistema, pubblico o privato, che fatica a perseguire l’efficacia e la qualità delle cure. Tale condizione ha favorito un atteggiamento di medicina difensiva in forte aumento negli ultimi 15 anni, con un eccesso di esami e cure, che comporta un sovra-utilizzo della tecnologia e genera spreco. In tempi di crisi, poi, i professionisti sanitari sono sempre più alle prese con il contenimento delle spese, penalizzando la qualità dei servizi di cura e logorando le relazioni interne e con le persone in cura. In una recente indagine condotta dalla SICS (Società Italiana di Comunicazione Scientifica e Sanitaria) su oltre 6 mila medici interpellati, il 63% denuncia un peggioramento del rapporto con i pazienti.

Come si fa a continuare a dare cure, con sempre meno risorse e sempre più tempo da dedicare alla gestione degli aspetti burocratici? Come ritrovare la bellezza dell’essere terapeuti?

Gli studi organizzativi indicano che c’è un modo per uscire dal clima di lavoro spesso ostile e non valorizzante: recuperare e potenziare il significato primitivo dell’arte o mestiere che si opera.

La Fondazione ISTUD, che sin dalla sua istituzione si occupa di management umanistico e da anni è impegnata nella diffusione dell’umanizzazione delle cure attraverso le narrazioni dei professionisti sanitari e delle persone in cura, ha messo a punto un innovativo percorso di formazione alla Medicina Narrativa. Si tratta di un Master applicativo ed internazionale che per la prima volta in Italia, ma anche in Europa, vede la collaborazione e direzione di esperti di Medical Humanities provenienti dal Centre for Humanities del King’s College e dalla Tavistock Clinic di Londra, tra i co-fondatori e maggiori riferimenti internazionali della narrazione in Medicina, su un percorso di formazione articolato e pragmatico.

Il Master si svolge a Milano e si struttura in tre moduli d’aula distribuiti tra la fine di ottobre 2013 (data di avvio del I modulo: 25-26-27 Ottobre – 27,4 crediti ECM) ed aprile 2014, prevedendo una tutorship a distanza per tutta la durata del percorso. E’ rivolto a professionisti medico-sanitari, professionisti dell’aiuto, membri di associazioni di pazienti, membri di istituzioni sociali e sanitarie, economisti sanitari e manager della sanità, professionisti nelle imprese che operano nel mondo della salute e sanità.
Perché partecipare al Master? Perché la Medicina Narrativa è un settore in espansione e imparare ad occuparsene con professionalità è un vantaggio che contribuisce ad arricchire il curriculum e che può davvero migliorare il modo di lavorare, fornendo gli strumenti concreti per un approccio di cura basato sull’ascolto, di cui ne beneficiano non solo i singoli percorsi di cura ma l’intero sistema sanitario. E solo migliorando la gestione delle cure si può arrestare il fenomeno dell’aumento dei contenziosi e contenere le spese, come ci impone la Spending Review. Il partecipante farà parte di  una community reale di professionisti in grado di diffondere le Medical Humanities attraverso l’integrazione delle singole esperienze, per difendere i valori del nostro welfare.

Pubblicato in H.story, medicina narrativa, ospedali italiani, raccontiamoci | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

progettoHstory H.story
Verso una sanità ecologica. Le parole, gli ambienti e le risorse per un sistema sostenibile. https://t.co/pUXuTwXjcI via @istud_it