La medicina narrativa nelle università italiane

La narrazione è un modo umano fondamentale di dare significato all’esperienza. Raccontando e interpretando le esperienze, le narrazioni mediano tra il mondo di pensiero sentimento interno e le azioni osservabili del mondo esterno. Creare una narrazione è un processo attivo e costruttivo, che dipende dalle risorse personali e culturali.

A livello pragmatico, ascoltare la descrizione di una narrazione è il mezzo principale attraverso cui le comprensioni culturali circa la malattia vengono acquisite, confermate, ridefinite e modificate (Mattingly, Garro, 2000).

scrivere

Eccoci di nuovo qui, a scrivere un nuovo post dopo qualche mese di assenza! Iniziamo subito con un paragrafo tratto dalla tesi di una giovane studentessa come noi, Veronica Cocco, che ha trattato il tema della medicina narrativa nella sua Tesi di Laurea Magistrale. Veronica si è laureata in Psicologia all’Università degli studi di Cagliari, con una tesi intitolata “Dal disablement all’enablement. Analisi storica e critica“, seguita dalla relatrice Donatella Rita Petretto. La tesi si occupa di indagare come siano variati, nel tempo, i concetti di salute, malattia e disabilità, in un’evoluzione storico-culturale che ha portato alla trasformazione del concetto di “malattia” in concetto di “salute”, conivolgendo tre elementi essenziali: il concetto di cura verso l’uomo, il significato del concetto di persona, e il rapporto tra medico e paziente.

pdf_iconPubblichiamo qui un paragrafo della tesi di Veronica “Lo studio basato sulle Narrazioni: l’importanza dell’esperienza soggettiva del paziente” (tratto da “Dal disablement all’enablement. Analisi storica e critica”). Basta cliccare sull’iconcina qui a fianco per visualizzare il documento in formato pdf, altrimenti cliccate qui.

Ringraziamo molto Veronica per la sua disponibilità nel condividere questa parte di ricerca di tesi, mettendola a disposizione nostra e di chi legge il nostro blog. Chi volesse consultare l’intera tesi, può trovarla al seguente link: http://www.tesionline.it/default/tesi.asp?idt=27276

Un’ultima cosa: Veronica non è stata l’unica ragazza che ci ha contattato in queste ultime settimane. Infatti in questo preciso momento altre due studentesse si stanno dedicando a questo tema per le loro tesi di laurea, una a Milano e l’altra a Torino! Speriamo, in futuro, di poter condividere anche le loro esperienze attraverso il nostro blog e di poter dare loro una mano.

Prossimamente aggiorneremo il nostro archivio di risorse, se volete contribuire contattateci all’indirizzo progetto.h.story@gmail.com !

Pubblicato in H.story, medicina narrativa | Contrassegnato , , | 3 commenti

3 risposte a La medicina narrativa nelle università italiane

  1. Pingback: La medicina narrativa nelle università italiane « H.story

  2. Pingback: La medicina narrativa nelle università italiane | BNotizie Magazine

  3. Pingback: La medicina narrativa nelle università italiane « H.story

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

progettoHstory H.story
Verso una sanità ecologica. Le parole, gli ambienti e le risorse per un sistema sostenibile. https://t.co/pUXuTwXjcI via @istud_it